Bollettino informativo di giovedì 23 luglio 2020

Consiglio Regionale Veneto - UICI > SEZIONE DI TREVISO > Circolari e relazioni Treviso > Circolari > Bollettino informativo di giovedì 23 luglio 2020
Consiglio Regionale Veneto - UICI > SEZIONE DI TREVISO > Circolari e relazioni Treviso > Circolari > Bollettino informativo di giovedì 23 luglio 2020

Bollettino informativo di giovedì 23 luglio 2020

Cari soci e care socie, eccovi il nostro bollettino informativo di mercoledì 22 luglio 2020. Se non riuscite a leggere correttamente questa e-mail, potete consultarla sul nostro sito istituzionale a questo indirizzo:

 

In questo bollettino

  1. Convocazione della prossima assemblea sociale;
    1. Testo della convocazione
    2. ALLEGATO 1 Modalità tecniche per l’accesso da remoto all’Assemblea;
    3. ALLEGATO 2 BREVE RELAZIONE SUL BILANCIO CONSUNTIVO ANNO 2019;
    4. ALLEGATO 3 RELAZIONE MORALE 2019;
    5. ALLEGATO 4 BREVI COMUNICAZIONI;
  2. I.Vo.C.: IX edizione della Festa d’estate di domenica 6 settembre;
  3. Agorà del 23 luglio 2020;
  4. XXIV Edizione del concorso per l’assegnazione delle Borse di Studio Beretta Pistoresi;
  5. Concorso pubblico per un posto di “Fisioterapista” presso l’Università degli Studi di Padova;
  6. Chiusura estiva degli uffici sezionali.

 

Convocazione della prossima assemblea sociale

Riportiamo qui di seguito il testo integrale della convocazione della prossima assemblea sociale che dovreste già avere ricevuto tramite posta elettronica e che riceverete in formato a stampa nei prossimi giorni tramite posta convenzionale. Se l’avete già letta, potete passare al prossimo argomento del bollettino andando alla prossima intestazione di livello 2 o attivando questo collegamento ipertestuale.

 

Testo della convocazione

 

17 luglio 2020

Prot. n. 78 /20/1

Oggetto: Convocazione Assemblea ordinaria.

È convocata, ai sensi dell’articolo 19, comma 3, del Regolamento generale, l’Assemblea dei Soci della Sezione territoriale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Treviso, presso il Centro della Famiglia, sito a Treviso in Via San Nicolò n. 60 (ingresso sotto il portico), il giorno sabato 5 settembre 2020, alle ore 14.00 in prima convocazione ed alle ore 15.30 in seconda convocazione con il seguente o.d.g.:

 

  1. Elezione a scrutinio palese di:
    1. Presidente dell’Assemblea
    2. Vicepresidente della stessa
    3. 3 questori vedenti
    4. 5 scrutinatori di cui 2 non vedenti a conoscenza del sistema braille.
  2. Saluto delle Autorità intervenute
  3. Video del saluto del Presidente Nazionale, Mario Barbuto
  4. Consegna delle medaglie d’oro ai soci con 50 anni o più di tesseramento
  5. Lettura di:
    1. Relazione Morale sulle attività svolte nell’anno 2019
    2. Bilancio Consuntivo sull’esercizio finanziario dell’anno 2019
    3. Relazione del Collegio dei Sindaci Revisori su detto Bilancio.
  6. Discussione e approvazione dei documenti di cui al punto 5 lettere a) e b).
  7. Elezione a scrutinio segreto di:
    1. 7 componenti il Consiglio della Sezione Provinciale
    2. 1 componente il Consiglio Regionale
    3. 1 Delegato al Congresso.
  8. Varie ed Eventuali.

 

MISURE PER FAVORIRE LA PARTECIPAZIONE

I soci che non potessero presenziare all’assemblea potranno collegarsi da remoto, tramite la piattaforma di teleconferenza “ZOOM meeting”.

Le modalità tecniche per l’accesso tramite PC, Smartphone o telefono tradizionale sono espresse in dettaglio nell’allegato 1 a questa Convocazione.

Inoltre, il seggio elettorale rimarrà aperto presso gli uffici sezionali in Viale Orleans 4, Treviso, anche lunedì 7 settembre, dalle ore 8.30 fino alle ore 14.00.

DIRITTO DI VOTO

Si ricorda che, secondo gli articoli 3 e 19 dello Statuto e Regolamento generale associativo, hanno diritto di voto i Soci effettivi maggiorenni ed i tutori purché in regola con il tesseramento (anni 2019 e 2020, o -se nuovi soci- solo 2020) e che, ai fini dell’esercizio del diritto di voto, gli eventuali ritardatari potranno rinnovare la tessera anche prima dell’apertura del seggio.

CANDIDATURE

Di norma le candidature sono presentate in forma di lista. Le liste di candidati dovranno essere depositate presso la Segreteria sezionale entro le ore 12.00 di venerdì 29 agosto 2020. Ogni lista dovrà essere sottoscritta da almeno 15 soci, su appuntamento presso gli uffici sezionali, alla presenza di una delle due Segretarie, entrambe incaricate della raccolta delle firme. Ricordiamo che gli uffici sono chiusi per le FERIE estive da sabato 1° agosto a sabato 22 agosto.

In alternativa, qualora non siano presentate liste o una sola lista, è consentita la presentazione di candidature singole, al di fuori della lista. Anche tali candidature devono essere presentate ed accettate per iscritto possibilmente in anticipo e comunque non oltre 45 minuti dall’inizio dell’assemblea.

Se non fosse abbastanza chiaro quanto sopra esposto, vi rimandiamo alle disposizioni di Statuto e Regolamento UICI (www.uiciechi.it), ma anche ai Comunicati della Presidenza Nazionale 91, 99, e 102 del 2020.

Cordiali saluti.

Il Presidente Sezionale

Massimo Vettoretti

 

Allegati:

1) Modalità tecniche per l’accesso da remoto all’Assemblea

2) Descrizione sintetica delle Entrate e delle Uscite relative al Bilancio Consuntivo

3) Relazione Morale sulle attività svolte nell’anno 2019

4) Brevi comunicazioni.

________________________________________________________________________________

ALLEGATO 1
Modalità tecniche per l’accesso da remoto all’Assemblea

L’assemblea sarà trasmessa su Internet utilizzando una piattaforma per le teleconferenze chiamata Zoom Meeting. Si tratta di una piattaforma pienamente accessibile che, però, necessita di alcune istruzioni per essere utilizzata.

 

Installare Zoom Meeting

Occorre collegarsi a uno degli indirizzi web riportati sotto, a seconda si voglia utilizzarla tramite iPhone, telefoni Android, PC Windows o Apple:

L’installazione del programma non presenta particolari criticità in nessuno dei sistemi disponibili.

 

Come collegarsi

È possibile partecipare all’assemblea in tre modi: tramite telefono tradizionale ( non serve alcuna installazione), tramite smartphone e utilizzando un Personal Computer Windows o Apple.

 

Tramite telefono tradizionale

Sarà sufficiente comporre uno di questi numeri telefonici: 0200667245, 02124128823 oppure 0694806488. La voce guida, purtroppo in inglese, chiederà di inserire l’identificativo della riunione. Comporre sulla tastiera del telefono: 83176637031 e premere il tasto “#” (cd. “cancelletto”), cioè quello che si trova subito a destra dello 0. La voce guida chiederà di inserire l’Identificativo di amministratore. Premete semplicemente una seconda volta il tasto “#”. A questo punto la voce guida chiederà di inserire la password della riunione. Comporre: 547766 e premere un’ultima volta il tasto “#”.

In alternativa, se state leggendo questa comunicazione tramite il telefono con cui intendete partecipare all’assemblea, potete attivare uno di questi link: primo link per partecipare all’assemblea, secondo link per partecipare all’assemblea.

 

Tramite Computer

Una volta installato correttamente Zoom Meeting, per partecipare alla conferenza con il PC sarà sufficiente attivare il link partecipa all’Assemblea. Se per qualunque motivo il link non dovesse funzionare, seguire queste istruzioni:

  1. Aprire Zoom Meeting nel modo in cui si è abituati ad aprire normalmente le applicazioni sul proprio computer;
  2. Spostarsi coi comandi consueti fino a incontrare il pulsante “Entra in una riunione” e attivarlo;
  3. Nella schermata successiva, vi verrà richiesto di inserire l’ID della riunione. Inserite 83176637031. Vi verrà anche richiesto di inserire un nome per identificarvi all’interno della sala virtuale. Vi preghiamo di inserire il vostro cognome enome. Raggiungete il pulsante “Accedi” e attivatelo;
  4. Inserite la password: 5547766 e premete Invio.

 

Tramite Smartphone

Per accedere alla conferenza tramite smartphone sarà sufficiente fare doppio tap sul partecipa all’Assemblea. Se per qualunque ragione il link non dovesse funzionare, seguite questi passi:

  1. Aprite l’applicazione Zoom;
  2. Assicuratevi che sia attivo il pannello “Riunisci e chatta”. Se non lo è, fateci sopra doppio tap;
  3. Fate doppio tap sul pulsante “Accedi”;
  4. Nella schermata che apparirà, inserite l’Identificativo della riunione che è: 83176637031. Assicuratevi anche che nella sezione “Opzioni di entrata” non sia attivata l’opzione “Non connettere all’audio”: questo interruttore/casella di controllo deve essere disattivo, oppure non sarete in grado di intervenire in Assemblea;
  5. Fate doppio tap sul pulsante Accedi e inserite la password della conferenza che è 547766 e toccate il pulsante Entra o Accedi.

In alternativa, se riuscite a gestire in autonomia la fotocamera dello smartphone o avete qualcuno in grado di aiutarvi a farlo, vi sarà possibile inquadrare con la fotocamera dello smartphone il QRCode qui sotto. Il vostro telefono rileverà l’indirizzo web della conferenza, vi chiederà l’autorizzazione ad aprirlo e il resto avverrà da sé.

Se è la prima volta che utilizzate Zoom, il telefono potrebbe chiedervi l’autorizzazione a fare accedere Zoom a fotocamera e microfono. Confermate l’autorizzazione. Diversamente non sarete in grado di parlare o trasmettere il vostro video.

 

Nota generale

Per evitare il brusio tipico delle teleconferenze con un gran numero di partecipanti, quando entrerete nella teleconferenza il vostro microfono sarà disattivato per impostazione predefinita. Per riattivarlo, chi chiama tramite telefono tradizionale dovrà semplicemente comporre “*6” e il medesimo comando vale anche per la disattivazione. Chi si connette all’Assemblea tramite computer può attivare temporaneamente il microfono tenendo premuta la barra spaziatrice per parlare e rilasciandola quando ha terminato il proprio intervento, oppure raggiungendo il pulsante “Riattiva l’Audio”. Premendoci sopra la barra spaziatrice, sarà possibile riattivare e disattivare il microfono.

Se le istruzioni qui sopra non fossero chiare, potete chiamare il Presidente al numero 3421680810 o scrivergli all’indirizzo massimo.vettoretti@gmail.com.

In ogni caso, verranno organizzate delle prove di connessione per permettere ai meno esperti di familiarizzare con il sistema. Le prove si svolgeranno:

  • Venerdì 31 luglio dalle 17 alle 19;
  • Venerdì 7 agosto dalle 17 alle 19;
  • Venerdì 21 agosto dalle 17 alle 19;
  • Giovedì 3 settembre dalle 17 alle 22;
  • Venerdì 4 settembre dalle 17 alle 22.

In queste date e orari, il Presidente o un suo incaricato sarà a disposizione dei soci per aiutarli a effettuare la connessione a una teleconferenza di prova. Gli interessati dovranno indicare agli uffici sezionali (via telefono 0422547766 o e-mail uictv@uiciechi.it) in che data, a che ora vogliono essere contattati e un recapito cui possano essere raggiunti.

______________________________________________________________________________________

ALLEGATO 2
BREVE RELAZIONE SUL BILANCIO CONSUNTIVO ANNO 2019

Il collegio dei sindaci Revisori dei Conti dell’UICI, sezione provinciale di Treviso, composto da Marilena Caregnato, Elena Galimberti e Carlo Narder, ha esaminato ed approvato il bilancio consuntivo per l’anno 2019 nelle seguenti risultanze finali:

RICAVI COSTI
Voce Importo Voce Importo
Contributi Enti Pubblici 11.343,23 € Oneri per organi statutari e istituzionali 826,01
Contributi da Privati e strutture UICI 20.986,70 € Oneri per le risorse umane 45.657,85
Quote associative 14.655,19 € Oneri per attività Istituz. e accessorie 2.926,86
Rimborsi spese 370,00 € Oneri di supporto generale 17.507,72 €
Proventi gestione patrimoniale e fin. 7.910,89 € Costi per servizi professionali 8.396,44 €
Proventi da raccolta fondi 1.222,00 € Oneri per la gest. Patrimoniale e noleggio 26.831,38
Proventi Straordinari 100.037,18 € Costi lavoro non dipendente 2.300,00 €
Altri ricavi 40,27 € Ammortamenti 1.513,57
Costi diversi di gestione 1.753,21 €
Costi per imposte indirette 2.157,15
Totale RICAVI 156.565,46 € Totale COSTI 109.870,19 €
Utile d’esercizio 46.695,27 €

 

 

I proventi straordinari sono derivanti dalla vendita della casa di Signoressa di Trevignano che, per quest’anno, ha generato un utile d’esercizio.

Ricordiamo che i documenti contabili sono comunque disponibili presso gli uffici sezionali per chi li volesse consultare.

__________________________________________________________________________________

ALLEGATO 3
RELAZIONE MORALE 2019

 

Vita sezionale

I Consiglieri hanno partecipato normalmente alla vita sezionale e ai consigli direttivi. Si sono registrate le dimissioni del Consigliere Thomas Rossetto. Tuttavia, essendo giunte soltanto dopo l’ultima Assemblea programmatica del 30/11/2019 e non essendovi ulteriori candidati non eletti in occasione dell’assemblea elettiva del 2015, non è stato possibile procedere alla surroga.

 

Istruzione e formazione

Nei primi mesi dell’anno si è concluso il progetto “Tutti diversamente uguali”, realizzato a partire dal mese di novembre 2018 presso l’Istituto Comprensivo di San Polo di Piave. Gli ultimi incontri si sono svolti in classi frequentate da due soci dell’UICI. La conclusione è stata particolarmente emozionante, in quanto una classe dell’I.C. di San Polo ha vinto il primo premio del concorso “In your shoes” indetto dal Centro Servizi per il Volontariato, sviluppando concetti ed esperienze acquisiti i mesi precedenti.

Notevole impegno è stato dedicato all’analisi degli 875 questionari compilati dagli alunni, che ha complessivamente evidenziato una marcata povertà lessicale, scarsa competenza nel definire le emozioni e un buon gradimento delle attività esperienziali proposte.

Ad operazioni completate, ipotizziamo di raccogliere i dati in una pubblicazione scientifica.

Tra marzo e novembre siamo stati impegnati ad intessere rapporti di collaborazione con Enti ed Istituzioni. Per favorire l’accessibilità ai mezzi pubblici ed ad un Istituto scolastico opitergino per persone con disabilità visiva della zona.

Durante tutto l’anno sono stati curati i rapporti con alcune famiglie di alunni, soprattutto in relazione a bisogni specifici emersi in ambito scolastico.

 

Tecnologie ed ausili

È continuato anche per il 2019 il nostro impegno a fornire aiuto e consulenza per la scelta dell’ausilio più adatto ai soci che ne abbiano fatto richiesta. Sono state offerte anche brevi occasioni di formazione rivolte a singoli soci per problemi specifici e aiuto per la risoluzione di alcuni problemi tecnici. Abbiamo continuato a offrire incontri con produttori di ausili e tecnologie di supporto. Nel 2019, la scelta è caduta sul signor Gozzani, un tecnico che produce ausili personalizzati su piccola scala. L’incontro, avvenuto il 2 febbraio, è stato discretamente partecipato.

 

Pensionistica. Assistenza per il disbrigo di pratiche. Convenzione con il Patronato ANMIL

Durante tutto lo scorso 2019, molto intenso è stato il nostro impegno pressoché quotidiano in questo cruciale settore in stretta e costante collaborazione con la struttura della Presidenza Nazionale, che sovrintende tale ambito di attività. Ancora più ampia la tipologia di pratiche seguite in tutte le loro fasi in convenzione con l’AMNIL, in favore di soci e non: dalle domande di cecità (assoluta e parziale), a quelle di invalidità, di riconoscimento di handicap secondo la L. 104 del 92, di collocamento mirato, di pensionamento da lavoro, o per inabilità, sia totale che parziale, o per reversibilità, di ricostituzione per motivi reddituali, di recupero di ratei maturati e non riscossi, di concessione di permessi lavorativi per l’assistenza a disabili e via enumerando. A questo elenco va aggiunta anche la procedura velocizzata da noi concordata con la ASL, per la richiesta di ausili e di certificati per l’applicazione dell’aliquota IVA agevolata per l’acquisto di sussidi tecnici e informatici.

Da alcuni mesi, abbiamo concluso la collaborazione con l’AMNIL di Padova, per avviare quella con l’operatore AMNIL di Vicenza; Sembra che il cambio stia dando buoni frutti, in termini di disponibilità e tempestività.

Molti sono stati i casi in cui abbiamo dovuto intervenire per condurre in porto pratiche rimaste sospese, a causa del sovrapporsi di più domande, o di irregolarità generate dall’intervento di altri patronati, dove è scarsa la conoscenza della specifica normativa che riguarda la nostra categoria. Purtroppo, spesso le persone disabili della vista si rivolgono a noi soltanto dopo aver ricevuto informazioni incomplete o fuorvianti. Così, solo in seguito alla nostra azione, riescono ad ottenere prestazioni alle quali ritenevano di non avere diritto. Grazie agli stretti rapporti intessuti negli anni con l’INPS e la ASL ora unificata, siamo riusciti a venire a capo della maggior parte delle situazioni più complesse. Nonostante l’impegno profuso dalla Presidenza Nazionale per adeguare la normativa in materia previdenziale ed individuare, in collaborazione con l’INPS, le contromisure agli errori più diffusi nei comportamenti delle commissioni di valutazione ASL ed INPS, rimangono ancora numerosi gli errori nella liquidazione delle pensioni ai lavoratori non vedenti e i verbali che riportano diciture non conformi alla normativa e alla prassi amministrativa, con i conseguenti gravi disagi per le persone che li devono esibire presso i più svariati uffici ed autorità. Per tanto, siamo costretti a impiegare ingenti risorse di dipendenti e dirigenti, per avviare la farraginosa procedura necessaria a tentare di correggere questi documenti, così importanti per la vita delle persone disabili.

Anche nel 2019, ci siamo dedicati con rinnovata perseveranza, a fare in modo che i non vedenti, specie gli ipovedenti gravi, ottengano quanto loro spetta. Il nostro impegno è stato principalmente rivolto alle ASL per l’ottenimento dell’esenzione dalle spese farmaceutiche e per visite specialistiche e all’Agenzia delle Entrate per la corretta applicazione della normativa sulle agevolazioni per l’acquisto di autovetture e altro.

Se è vero che queste attività assorbono in misura preponderante il tempo e le risorse del personale di segreteria, è altrettanto vero che esse hanno contribuito, negli anni, ad attirare un numero sempre crescente di nuovi soci verso la nostra sezione.

 

Soci con minorazioni plurime

È questo un settore di grande complessità e per il quale sempre più in futuro sarà necessario un lavoro in rete con ASL e altre associazioni. Non è infatti pensabile che l’Unione, da sola, possa mettere in campo le risorse e le competenze necessarie. Per tutto il 2019 sono proseguite le visite ai soci con minorazioni plurime e aggiuntive. In alcuni casi la nostra consulenza è stata richiesta per la progettazione di piccoli percorsi tattiloplantari all’interno di CEOD per favorire le autonomie di alcuni nostri soci che li frequentano.

 

Barriere architettoniche e percettive

Non è venuto meno nemmeno nel 2019 il nostro impegno all’interno del GAAC. Tuttavia, avendo registrato un certo “allentamento” della coesione del gruppo, dopo avere più volte sollecitato gli altri componenti ad evitare un disgregamento altamente improduttivo, siamo stati costretti, nostro malgrado, a portare avanti alcuni contatti con l’Amministrazione comunale di Treviso in modo isolato. In particolare, il 7 ottobre, abbiamo incontrato il Disability Manager del Comune di Treviso e l’assessore al Sociale dott.ssa Tessarollo cui abbiamo esposto diverse tematiche come la necessità di integrare l’accessibilità come prerequisito fin dalla fase di progettazione di qualsiasi intervento urbanistico, l’accessibilità degli autobus di MOM, del servizio di raccolta porta a porta dei rifiuti, le difficoltà nella viabilità e altro ancora, sollecitando comunque l’Assessore a convocare quanto prima un tavolo di lavoro permanente che coinvolga tutte le maggiori associazioni di e per persone con disabilità, tavolo che è effettivamente stato poi convocato il 30 ottobre e dal quale speriamo di ricavare buoni risultati, soprattutto in termini di dialogo finalmente efficace con MOM.

Abbiamo iniziato anche una collaborazione con l’amministrazione di Castelfranco Veneto per l’elaborazione e l’implementazione di un PEBA (Piano per l’Eliminazione delle Barriere Architettoniche).

 

Situazioni immobili

Casa di Signoressa di Trevignano: Siamo finalmente riusciti a vendere questo immobile che da oramai diversi anni rappresentava un onere molto pesante per i bilanci sezionali. La vendita ha richiesto, come già era stato anticipato nella relazione consuntiva 2018, la sanatoria di alcune difformità edilizie minori. Fortunatamente, la spesa preventivata di €7000 si è nei fatti rivelata minore, attestandosi a circa €3500. Il 9 settembre il Presidente ha sottoscritto il rogito di vendita per la cifra concordata di €100.000.

Sede sezionale: è stato portato a termine il lavoro di rifacimento delle terrazze, divenuto oramai assolutamente indifferibile. Il costo è stato di circa €26.000. Permangono le difficoltà con il riscaldamento sezionale, nonostante i ripetuti solleciti all’amministratore. Il Consiglio ha ricevuto una proposta di acquisto dello spazio auto all’interno del garage condominiale. Tuttavia, si è ritenuto di doverla respingere, in considerazione del fatto che il nostro appartamento è l’unico ad avere uno stallo di proprietà e che quanto si percepirebbe vendendolo non compensa la diminuzione del valore dell’appartamento in caso di vendita futura.

Appartamento in Via Turazza: La locataria ha proseguito a pagare il canone in modo assolutamente discontinuo e, a partire da marzo, ha del tutto sospeso i pagamenti. Sicché il Consiglio non ha avuto altra scelta se non quella di iniziare l’iter per lo sfratto. Il Presidente ha conferito mandato all’Avvocato Dario Caldato nel mese di giugno. La prima udienza è stata interlocutoria, avendo il Giudice concesso un periodo di grazia alla conduttrice per sanare il debito contratto. Riteniamo comunque opportuno informare i Soci che la questione ha trovato una conclusione non del tutto negativa. Nel febbraio 2020, la vicenda si è conclusa con un accorto stragiudiziale che ci ha consentito di recuperare, almeno in parte, quanto la conduttrice ci doveva. Tale corso d’azione è stato suggerito e raccomandato dall’avvocato Caldato in considerazione delle lungaggini e dei possibili incerti dell’iter di sfratto e dell’estrema difficoltà di trovare beni aggredibili di proprietà della conduttrice (o della garante) sufficienti a ripianare il debito. Questa scelta, se anche non ci ha consentito di recuperare quanto dovuto, ci ha consentito di rientrare rapidamente in possesso dell’immobile e di ottenere almeno una parte di quanto ci era dovuto.

Magazzini di Mestre: Abbiamo rinnovato all’amministratore la nostra intenzione di vendere i due magazzini. Come prevedibile, però, non ci sono giunte manifestazione di interesse. Purtroppo, i due depositi, che sono quanto rimane di un lascito liquidato negli anni novanta, sono difficili da collocare sul mercato, se non ad altri inquilini dello stesso stabile. Essi sono infatti angusti e privi di accesso sulla pubblica via, così da non potere essere usati nemmeno come garage. Resta comunque attuale la necessità di procedere alla vendita per evitare spese inutili e improduttive.

 

Prevenzione della Cecità

Abbiamo realizzato le consuete giornate informative a marzo e ottobre. Era stata pianificata anche un’iniziativa per fornire tonometrie e campimetrie presso l’ospedale di Montebelluna sul modello degli Open Day realizzati l’anno scorso, ma purtroppo, per difficoltà organizzative, ciò non è stato possibile.

Abbiamo iniziato a progettare una campagna per la prevenzione per la quale avremo il supporto dei reparti di oculistica di Montebelluna e Castelfranco. È in corso il reperimento delle risorse economiche necessarie e contiamo di realizzare l’iniziativa nel corso del 2020.

 

UNITELMA La Sapienza

Continua a darci buoni risultati la convenzione tra UICI e Unitelma, in virtù della quale gli iscritti all’UICI possono godere di importanti scontistiche. Grazie alla collaborazione con il dottor Ceccarelli della Presidenza Nazionale, abbiamo potuto acquisire 13 nuovi soci sostenitori.

 

Libro parlato

Dopo la chiusura di vari centri di distribuzione presenti sul territorio, la nostra sezione ha fatto partire già dal giugno 2017 il servizio di download, masterizzazione e spedizione degli audiolibri su CD e per questo riceve un importante contributo da parte della Presidenza Nazionale. Nel corso del 2019, sono stati evasi 10 ordini per un totale di 68 opere distribuite e l’attesa media tra l’ordine e la spedizione dei CD è scesa dai 9 giorni del 2018 ai 3 del 2019.

La nostra sezione ha promosso, nel 2019, l’iscrizione di 28 utenti al servizio del Libro Parlato On-line.

 

Territorio, promozione dell’associazione, convenzioni e autofinanziamento

Nell’ultimo periodo è stata avviata una collaborazione con il nuovo ambulatorio di ipovisione di Castelfranco, che si affianca a quella già in essere con l’ospedale di Montebelluna nell’erogazione ai soci di prestazioni in convenzioni e nella realizzazione di iniziative di prevenzione con la nostra associazione.

È stata avviata un’interlocuzione con l’Ospedale di Treviso. Lo scopo è quello di promuovere la conoscenza dell’associazione e l’accessibilità dei servizi digitali come il Fascicolo Sanitario Elettronico, cui, al momento, è estremamente difficile accedere tramite tecnologie assistive di lettura dello schermo.

Abbiamo incontrato nel mese di luglio l’OPI (Ordine delle Professioni Infermieristiche) di Treviso e il TSRM PSTRP (Federazione nazionale Ordini dei Tecnici sanitari di radiologia medica, delle professioni sanitarie tecniche, della riabilitazione e della prevenzione) di Treviso, Vicenza e Belluno. Lo scopo dell’incontro è stato quello di iniziare a ragionare su una convenzione tra UICI, OPI e TSRM PSTRP, finalizzata a:

  1. Promuovere una corretta conoscenza delle esigenze specifiche del paziente con disabilità della vista;
  2. Fare conoscere l’associazione, di modo che, in caso di diagnosi di patologie che possono causare ipovisione o cecità, il personale sanitario sia in grado di fornire informazioni di base sulle attività dell’UICI;
  3. Promuovere occasioni di formazione e aggiornamento rivolte sia al personale di pertinenza dei due albi, sia a quello medico, più difficile da raggiungere e interessare e che pure presenta importanti criticità nell’approccio con la persona con disabilità della vista.

La convenzione è stata poi firmata a marzo 2020 ed è già iniziata l’opera di adattamento in forma accessibile di alcuni documenti come i consensi informati.

La convenzione con l’ottica 2M di Montebelluna, oltre ad avvantaggiare i nostri soci, si è consolidata grazie a due cene al buio, che hanno incontrato piena soddisfazione dei partecipanti. Una terza cena al buio è stata realizzata ad Asolo, con a collaborazione di Asolando Experience Italy. In più, in occasione di Santa Lucia, siamo stati invitati a partecipare a una cena di beneficienza presso il Ristorante Al Ringraziamento di Cavaso del Tomba. Oltre che occasione di autofinanziamento, è stato un momento in cui abbiamo potuto parlare della nostra associazione e delle potenzialità delle persone con disabilità della vista.

Tra marzo e dicembre siamo stati impegnati con l’architetto Crespi del comitato che promuove conservazione e conoscenza della Chiesa di Santa Lucia in un progetto di resa accessibile della chiesa stessa. È stata predisposta un’audioguida attivabile inquadrando un QR-Code tramite la fotocamera di un qualsiasi smart-phone. Il progetto è stato presentato alla cittadinanza nel corso di una conferenza stampa il 12 dicembre e ai soci subito dopo la Santa Messa di Santa Lucia il 15 dicembre.

Nel mese di dicembre siamo stati contattati da Massimiliano Cseremely, presidente della sezione trevigiana del Rotaract. Questa collaborazione speriamo condurrà alla realizzazione di ulteriori percorsi culturali accessibili.

La sezione è stata presente ai vari tavoli dedicati alla disabilità promossi dall’amministrazione comunale di Treviso, dal centro servizi del volontariato e dall’amministrazione di Castelfranco per l’adozione del PEBA.

Abbiamo fornito consulenza a due studi di architettura del territorio in materia di accessibilità.

Grazie alla preziosa collaborazione del nostro socio ed ex Consigliere Giovanni Salvador, abbiamo ancora una volta partecipato alla festa delle Associazioni di Conegliano.

 

Altre attività

Per tutto l’anno si sono svolti in sede incontri di yoga della risata, che hanno raccolto un buon livello di interesse tra soci e non soci.

L’attività della POL.HA.C. Treviso è continuata per tutto il 2019, raggiungendo un ottimo livello di partecipazione, ma conseguendo anche alcuni importanti risultati a livello agonistico.

È proseguito, grazie al finanziamento del Tavolo delle Chiese Valdesi il servizio di supporto psicologico rivolto a soci e famigliari. A partire dal mese di settembre, sono stati attivati due gruppi: uno rivolto ai famigliari e l’altro ai soci, che hanno visto una buona partecipazione.

 

____________________________________________________________________________________

ALLEGATO 4
BREVI COMUNICAZIONI

 

Rinnovo del tesseramento: Ricordiamo a tutti coloro che non lo avessero già fatto di rinnovare il tesseramento per l’anno 2020. La quota rimane fissa a € 49,58 e può essere pagata anche tramite bonifico sul conto corrente bancario IBAN IT74J0200812011000105036593 o su conto corrente postale C/C 14622310, indicando sempre il nome del socio.

Il tuo 5 per 1000: altro modo per sostenere le attività della sezione UICI di Treviso è destinarle il vostro 5 per 1000: a voi non costa nulla, mentre per noi è prezioso. Ricordatevene quando farete la denuncia dei redditi. Per destinare il vostro 5 per 1000 alla nostra sezione dovrete indicare il codice fiscale 80009630262.

Atletica: A partire da ottobre riprenderanno le attività di atletica del sabato pomeriggio, compatibilmente con la situazione pandemica. Per ulteriori informazioni, rivolgetevi a Roberto Tonini al 3487101952.

IX festa d’estate: l’UnIVoC sta organizzando per domenica 6 settembre la nona festa d’estate. Il programma è ancora in via di definizione. Per informazioni, contattare Roberto Tonini al 3487101952.

Attività MAC: Gli incontri del MAC riprenderanno, compatibilmente con la situazione sanitaria, la seconda domenica di ottobre (11 ottobre). Per ulteriori informazioni, contattare Lucia Romanello al 3312401272.

Yoga della risata: L’attività è stata sospesa per scarsa partecipazione.

Collaboratori per il bollettino informativo: Cerchiamo collaboratori per la redazione del bollettino informativo sezionale. Chiunque voglia proporsi, contatti il Presidente al 3421680810.

Attività di patronato: ricordiamo a tutti che è attivo in sede il servizio di patronato per diverse pratiche (invalidità e cecità civile, Legge 104 etc…). Per ulteriori informazioni e concordare un appuntamento, chiamare negli orari di apertura al pubblico lo 0422547766.

Sportello psicologico: rimane attivo, sia tramite skype che in presenza, il servizio di supporto psicologico a tariffa agevolata dedicato ai soci e ai loro familiari. Per ulteriori informazioni ed accedere al servizio, contattare negli orari di apertura gli uffici sezionali.

 

Un.I.Vo.C.: IX edizione della Festa d’estate di domenica 6 settembre

Con non poche difficoltà siamo riusciti a organizzare la “NONA FESTA D’ESTATE”.                            Sarà una festa diversa dal solito, ma sempre una giornata in compagnia.                                                           Ci ritroveremo di fronte alla stazione dei treni di Treviso (per chi non sa arrivare) e partiremo per Lovadina, presso l’agriturismo i Carrettieri del Piave via Grentine, 2, Lovadina, dove lasceremo le auto. A piedi ci avvieremo alla cantina La Nona Pietra dove faremo una visita e l’aperitivo, per chi è interessato può acquistare anche i loro prodotti. Ritorno verso l’agriturismo per il pranzo.

PROGRAMMA:

  • Ore 09:30 partenza dalla stazione dei treni di Treviso;
  • Ore 10:00 partenza dall’agriturismo “I Carrettieri del Piave” via Grentine, 2, Lovadina, Spresiano per raggiungere la cantina “La Nonna Pietra” Strada delle Grentine 12 Lovadina Spresiano, dove si farà una visita guidata e prenderemo l’aperitivo assieme;
  • Ore 12:30 pranzo presso l’agriturismo “I Carrettieri del Piave”.

MENU’:

  • Antipasto: Misti caserecci;
  • Primi: Risotto con prosecco, ortica e caprino. Tagliolini all’anatra;
  • Secondo: Arrosto di maiale con pistacchi e mandorle
  • Contorno: Patate arrosto saporite e verdura fresca mista;
  • Dolce: Misti caserecci in tavola con rosé Astoria;
  • Acqua, vino, caffè corretto.

Quota di partecipazione € 35,00.

Durante il pranzo estrazione a premi, il ricavato andrà a finanziare le attività dell’U.N.I.Vo.C. In caso di pioggia la visita si farà  ugualmente, visto la prenotazione in agriturismo.

Prenotazioni entro il 22 agosto 2020 con caparra di €15 o fino a esaurimento dei posti.

Per informazioni rivolgersi a:

  • sede UICI, tel. 0422547766 o via e-mail;
  • Tonini Roberto: cell. 3487101952
  • Romanello Lucia: cell. 3312401272
  • Daminato Mariagrazia: cell. 3456130721.

 

Agorà

Ci rincontreremo giovedì 23 luglio, come sempre alle ore 16:00. Lo scorso incontro è stato dedicato a tematiche di un certo peso, come disabilità e diritto alla vita. Il prossimo tema lo scoprirete se deciderete di unirvi a noi. Le modalità per collegarsi con noi sono le solite che comunque riepiloghiamo qui di seguito:

 

Tramite computer

Se volete, potete installare l’applicazione Zoom Meeting che è disponibile sia per Windows che per MacOS. Potete trovarla a questo link.

Non dovrete fare altro che attivare questo link: partecipa alla conferenza.

 

Tramite telefono tradizionale

Se state leggendo questa mail tramite smartphone, vi basterà fare doppio tap su uno dei due link seguenti: Unisciti alla riunione tramite telefonosecondo link per unirti alla riunione.

Se invece preferite utilizzare un telefono tradizionale, potete procedere come segue:

  1. Chiamate uno dei tre numeri telefonici seguenti:
    • 02124128823,
    • 0694806488,
    • 0200667245
  2. Una voce guida, purtroppo in inglese, vi chiederà di inserire il numero identificativo della riunione. Inserite: 82336019548 e premete il cancelletto, cioè il tasto situato a destra dello 0.

Un suggerimento: se, come speriamo, dovessimo essere in parecchi, rischia di crearsi un bel po’ di confusione causata dal rumore di fondo di tutti i partecipanti. Per evitare che ciò accada, potete “mettervi in muto”, cioè disattivare il vostro microfono. Per farlo, basta premere *6. Per riattivare il microfono, basterà ripremere lo stesso comando: *6.

 

Tramite applicazione per smartphone

Se avete un iPhone, un iPad o un iPod Touch, potete scaricare l’applicazione Zoom Meeting dall’AppStore. Se avete invece un dispositivo Android, l’applicazione può essere scaricata dal Google PlayStore.

Installata l’app, per entrare nella riunione vi basterà fare doppio tap sul link Unisciti alla conferenza. Se tutto è andato bene, dovreste ritrovarvi già all’interno della riunione. Diversamente, dovrete inserire l’ID che è 82336019548.

Se è la prima volta che aprite l’applicazione per iPhone o anche per dispositivi Android, probabilmente Zoom Meetings vi chiederà il permesso per accedere al microfono, alla fotocamera e per inviarvi notifiche. Sono tutte richieste perfettamente normali e, se volete approfittare totalmente delle funzioni di Zoom, dovreste concedere l’accesso.

Una volta entrati nella conferenza, Zoom vi chiederà se volete utilizzare l’audio del vostro smartphone o effettuare una chiamata telefonica tradizionale. Scegliete di utilizzare l’audio tramite connessione Internet.

Naturalmente, se avete qualsiasi tipo di dubbio o problema, non esitate a contattare il Presidente al numero 3421680810, anche fuori dagli orari di apertura della sezione.

 

XXIV Edizione del concorso per l’assegnazione delle Borse di Studio Beretta Pistoresi

È indetto il concorso per l’assegnazione delle borse di studio “Beretta-Pistoresi”, giunto, quest’anno, alla ventiquattresima edizione.

Il concorso è riservato ai soci UICI in possesso dei seguenti requisiti:

  1. Non avere superato alla data del 31/12/2019 l’età di quarant’anni;
  2. Avere conseguito durante il 2019 uno dei seguenti titoli di studio:
    1. Diploma di istruzione secondaria superiore;
    2. Diploma accademico, di primo o secondo livello, rilasciato da conservatorio di musica o da istituto musicale autorizzato;
    3. Laurea (L);
    4. Laurea magistrale (LM).

Sono bandite quattro borse di studio così suddivise:

  1. Una borsa del valore di €1.500,00 per i Soci con diploma di istruzione secondaria superiore;
  2. Una borsa del valore di €1.500,00 per i Soci con diploma accademico, di primo o secondo livello, rilasciato da conservatorio di musica o da istituto musicale autorizzato;
  3. Una borsa del valore di €1.500,00 per i Soci con laurea;
  4. Una borsa del valore di €2.500,00 per i Soci con laurea magistrale.

Le domande di partecipazione devono essere inoltrate, mediante PEC o raccomandata postale  o consegnate a mano, entro il 31 ottobre 2020, all’indirizzo: Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ONLUS-APS, Presidenza Nazionale – 00187 Roma – Via Borgognona, 38 – Tel. 06/699881 r.a. – Fax 06/6786815 – Sito internet: www.uiciechi.it – E-mail: archivio@uiciechi.it – archivio@pec.uiciechi.eu.

Nella domanda di partecipazione, i concorrenti devono indicare la borsa di studio alla quale si candidano e dichiarare i seguenti stati e fatti:

  • cognome e nome;
  • luogo e data di nascita;
  • residenza;
  • iscrizione all’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, con indicazione della Sezione Territoriale di appartenenza;
  • titolo di studio, con indicazione dell’anno di conseguimento, del voto di diploma o di laurea e dell’istituzione rilasciante;
  • votazioni riportate al primo quadrimestre dell’ultimo anno di scuola, se in possesso di diploma di istruzione secondaria superiore;
  • votazioni riportate agli esami previsti nel piano degli studi, universitari o musicali, se in possesso di laurea, laurea magistrale o Diploma accademico, di primo o secondo livello, rilasciato da conservatorio di musica o da istituto musicale autorizzato.

I concorrenti devono, altresì, indicare un recapito telefonico e l’indirizzo di posta ordinaria o di posta digitale al quale desiderano vengano inviate le comunicazioni relative al concorso.

Per ulteriori informazioni, potete scrivere alla presidenza nazionale o agli uffici sezionali.

 

Concorso pubblico per un posto di “Fisioterapista” presso l’Università degli Studi di Padova
(rif. GU n. 52 del 07-07-2020)

Riportiamo su segnalazione del Consiglio regionale Veneto.

Sede di lavoro: Università degli Studi di Padova.

Requisiti:

  • Laurea in:
    • Scienze delle professioni sanitarie della riabilitazione, oppure
    • Scienze delle professioni sanitarie della riabilitazione, oppure
  • Diploma in:
    • Terapista della riabilitazione della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva, oppure
    • Terapista della riabilitazione, indirizzo neurologico, oppure
    • Terapista della riabilitazione (con indirizzo riabilitazione dell’apparato locomotore), oppure
    • Diploma universitario Fisioterapista, oppure
  • Terapista:
    • della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva, oppure
    • della riabilitazione;
  • iscrizione all’Ordine TSRM e PSTRP – Albo Professionale dei fisioterapisti;
  • buona conoscenza della lingua inglese (livello “B1”);
  • conoscenza dell’uso dei pacchetti informatici di base (Word, Excel);
  • buone capacità relazionali con utenza.

Il bando è consultabile alla pagina www.unipd.it.

Modalità di partecipazione: per esami. La domanda di partecipazione dovrà essere presentata ESCLUSIVAMENTE PER VIA TELEMATICA utilizzando la piattaforma Pica.

Scadenza: 06 agosto 2020

Per segnalare problemi di natura esclusivamente tecnica, contattare il seguente indirizzo e-mail: unipadova@cineca.it.

 

Chiusura estiva degli uffici sezionali

Vi ricorrdiamo che gli uffici sezionali saranno chiusi per le consuete ferie estive da sabato 1° agosto a sabato 22 agosto. Durante questo periodo, in caso di assoluta necessità, potrete contattare il Presidente al 3421680810.