Campo regionale abilitativo e riabilitativo anno 2019 per bambini con disabilità visiva e i loro genitori – Piani di Luzza/Forni Avoltri (UD) – 24/31 agosto 2019

Consiglio Regionale Veneto - UICI > CONSIGLIO REGIONALE VENETO > Attività e iniziative regionali > Campo regionale abilitativo e riabilitativo anno 2019 per bambini con disabilità visiva e i loro genitori – Piani di Luzza/Forni Avoltri (UD) – 24/31 agosto 2019
Consiglio Regionale Veneto - UICI > CONSIGLIO REGIONALE VENETO > Attività e iniziative regionali > Campo regionale abilitativo e riabilitativo anno 2019 per bambini con disabilità visiva e i loro genitori – Piani di Luzza/Forni Avoltri (UD) – 24/31 agosto 2019

Campo regionale abilitativo e riabilitativo anno 2019 per bambini con disabilità visiva e i loro genitori – Piani di Luzza/Forni Avoltri (UD) – 24/31 agosto 2019

Si rende noto che è in fase di organizzazione il campo regionale abilitativo e riabilitativo in oggetto, il quale avrà luogo solo in presenza di apposito cofinanziamento da parte del Consiglio Centrale dell’I.Ri.Fo.R..
L’iniziativa, rivolta ai nuclei familiari nei quali sono presenti minori con deficit visivo frequentanti l’ultimo anno della scuola d’infanzia e le classi della scuola primaria e secondaria di primo grado (elementare e media inferiore), si svolgerà da sabato 24 agosto a sabato 31 agosto 2019 presso il Villaggio Dolomitico Bella Italia & Efa Village Srl Località Piani di Luzza/Forni Avoltri (UD) e sarà coordinata dal prof. Renzo Ondertoller.
Il campo abilitativo/riabilitativo ha i seguenti obiettivi per i bambini/ragazzi:
– raggiungere l’autonomia personale;
– apprendere tecniche di orientamento;
– potenziare la capacità di relazionarsi con i pari, anche vedenti;
– stimolare il desiderio e la consapevolezza di mettersi in gioco e cogliere le opportunità di affrontare anche attività sportive a livello competitivo.
Per i genitori:
– conoscere le potenzialità dei propri figli;
– acquisire strategie per far loro raggiungere l’autonomia personale;
– imparare tecniche di accompagnamento e di orientamento;
– osservare le attività ludiche e di relazione dei bambini/ragazzi per poterle trasferire nel proprio quotidiano;
– individuare strategie e criteri per affrontare anche autonomamente la soluzione dei problemi che possono presentarsi nell’educazione quotidiana del figlio ipovedente o cieco. Attività previste:
– giochi volti all’acquisizione delle varie autonomie;
– percorso individualizzato di orientamento nel paese (esercizi pubblici, negozi etc);
– visita al museo della vita contadina;
– escursioni a rifugi e un pernottamento per i ragazzi più grandi;
– arrampicata su una parete attrezzata;
– introduzione alle attività sportive;
– attività teatrale.
Per ragioni di carattere strettamente logistico, nonché al fine di favorire l’agevole suddivisione degli aderenti in sottogruppi funzionali e di razionalizzare le risorse disponibili, il numero massimo delle famiglie partecipanti è stato fissato in 15 unità.
E’ prevista la presenza anche di fratelli, mentre l’eventuale partecipazione di amici coetanei dovrà essere concordata con il responsabile del progetto. Considerato che l’iniziativa costituisce per i minori un’utile occasione di socializzazione, sarà opportuno che i genitori si accordino con il coordinatore in merito alla formazione delle camere, in modo che – quantomeno i più grandi – possano dormire insieme, apprezzando più a fondo l’intera esperienza. Tale eventuale scelta andrà concordata con Renzo Ondertoller prima dell’adesione, onde consentire l’organizzazione degli spazi.
Il costo a carico delle famiglie per la pensione completa con bevande escluse è stato determinato in: – Euro 315,00 pro capite per i ragazzi a partire dai 12 anni e per gli adulti; – Euro 294,00 pro capite per i ragazzi dai 3 ai 12 anni non compiuti. – Gratuità per i bambini dai 0 ai 3 anni non compiuti.
Il supplemento in camera singola è di Euro 10,00 giornalieri.
La quota non comprende la tassa di soggiorno che andrà pagata direttamente nella struttura in contanti: Euro 0,50 al giorno per persona. Per la partecipazione di non vedenti non in regola con il tesseramento UICI anno 2019 è stato previsto di aggiungere alla quota di partecipazione una somma integrativa di Euro 50,00. Le adesioni dovranno essere comunicate via e-mail a veneto@irifor.eu o via fax al numero 049/8710698 entro e non oltre venerdì 26 aprile 2019. Le adesioni che pervenissero oltre questa data non potranno essere accolte perché non coperte dai contributi dell’I.Ri.Fo.R. Nazionale. Le adesioni saranno accolte solo se corredate dall’apposita scheda compilata con la massima scrupolosità, dal certificato oculistico attestante lo stato di disabilità del minore, dalla certificazione rilasciata dall’Unità di Valutazione Multidimensionale Distrettuale (UVMD) e dalla ricevuta del versamento di 200,00 Euro a titolo di acconto, che va versato sul conto corrente intestato a I.RI.FO.R. Istituto per la Ricerca la Formazione e la Riabilitazione ONLUS Consiglio Regionale Veneto codice IBAN IT24 U033 5901 6001 0000 0155 986 BANCA PROSSIMA.
Per ragioni di opportunità, le adesioni saranno accolte in ordine di arrivo rigorosamente cronologico, fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Entro il 20 luglio 2019, gli interessati dovranno poi provvedere al saldo delle quote di partecipazione.
Espletate le pratiche inerenti l’iscrizione, questo ufficio provvederà ad inviare direttamente alle famiglie interessate il programma dettagliato del campo ed ogni altra comunicazione che dovesse rendersi necessaria.
Per i bambini che presentano particolari difficoltà a livello attentivo e relazionale, si renderà indispensabile che un genitore sia disponibile a prenderlo in carico nei momenti in cui egli non sia in grado di partecipare convenientemente alle attività di gruppo, in quanto il progetto non prevede il rapporto di educatore/bambino di uno ad uno.
Per ulteriori informazioni è possibile contattare il prof. Renzo Ondertoller al numero
327/1889308 oppure via mail ondertoller@libero.it.

scheda adesione campo 2019

Allegati