Relazione XXIV Congresso Nazionale

 

Come delegati per la nostra sezione, Trovato Alessandro e Zambon Rossana   sentono il dovere di fare una breve cronaca delle giornate, dal 5 all’8 novembre, in cui si è articolato il XXIV Congresso Nazionale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti.

 

I lavori si sono svolti principalmente a distanza , tramite collegamento Zoom, e solo per il Presidente Nazionale e alcuni pochi consiglieri in presenza , presso gli uffici della sede Centrale, a Roma, dove era insediato anche lo  staff tecnico che ha permesso  fra l’altro l’ascolto dei lavori tramite Slash Radio.

Alle 15.00 di Giovedì 5 novembre il Congresso ha preso inizio con l’ascolto di due motivi musicali, presentati come brani fra cui scegliere, in futuro, l’inno dell’Unione.

È stato fatto ascoltare poi, il messaggio registrato dal Presidente del Consiglio in occasione del Congresso; sono state espletate le formalità legate alla proposta e alla votazione degli organi necessari allo svolgimento dei lavori, in particolare la nomina del Presidente e dei Vice presidenti del congresso, del segretario Generale , delle Commissioni elettorale e di controllo.

I congressisti hanno così sperimentato il  voto a distanza, ricevendo sul dispositivo collegato (pc o smartphone)  una scheda nella quale esprimere la propria Volontà, metodo usato poi anche nei giorni seguenti, per votare sia lo statuto e le risoluzioni delle Commissioni di lavoro, sia le preferenze per il rinnovo degli organi nazionali.

 

Per l’intero pomeriggio si sono susseguiti i messaggi di saluto e di augurio per i lavori del Congresso,  di varie personalità legate alla politica, sia nazionale che locale, alle rappresentanze sindacali e alle Associazioni; la maggior parte sono intervenute collegandosi, altre, poche, hanno fatto recapitare messaggi scritti che sono stati letti.

 

La giornata di Venerdì è stata dedicata alla presentazione dei candidati per il rinnovo delle cariche nazionali, la mattina e ai lavori delle Commissioni nel pomeriggio;

in particolare ciascuno dei 32 candidati al consiglio Nazionale, ha avuto il tempo di 3 minuti per farsi   conoscere ai delegati, le loro presentazioni più complete si possono leggere qui

Anche il Presidente Nazionale uscente e ricandidato, ha fatto il suo discorso, inoltre è stato mandato in onda il video dell’incontro di una delegazione dell’Unione guidata da Mario Barbuto, al quirinale, ricevuta Dal Presidente della Repubblica al quale è stato assegnato il Premio Braille del Centenario.

Nel pomeriggio ciascun delegato ha potuto partecipare in modo attivo a una o più Commissioni di lavoro, nelle quali sono state discusse e messi a punto i documenti prodotti nelle sezioni precongressuali (svoltesi nel mese di ottobre) arrivando a produrre le risoluzioni da presentare e far approvare dall’intero congresso;  sono state ore molto intense di spunti, di testimonianze e di idee, a questo link si possono leggere tutti i contenuti.

 

La mattinata di sabato è stata dedicata alla presentazione da parte dei coordinatori,  delle risoluzioni prodotte dalle commissioni, interrotte dai messaggi orali e scritti di altre personalità di varia provenienza; durante la pausa pranzo si sono svolte le elezioni per il rinnovo delle cariche tramite una scheda inviata sul dispositivo di ciascun delegato con la possibilità di esprimersi in modo davvero molto agevole e accessibile.

L’intero pomeriggio ha visto impegnati i delegati nella lettura e votazione di ciascun articolo dello statuto con le eventuali mozioni presentate e già vagliate dall’apposita commissione, dando voce a un eventuale favorevole e a un eventuale contrario, per finire con l’approvazione dell’intero documento.

A partire dalle ore 21.00 è stato possibile ascoltare lo spoglio  delle schede.

Domenica mattina i lavori si sono aperti con l’ascolto dei due brani musicali proposti come scelta per   l’inno dell’Unione, dando voce ai compositori per una breve presentazione; è stato fatto il collegamento con un attore che ha trasmesso una sorta di radio racconto che ha intrattenuto i congressisti per una mezz’ora. Si è passati poi alla proclamazione del Presidente Nazionale e  dei 24 Consiglieri preferiti, dando spazio poi al discorso del Presidente e voce alla  prima donna e al primo uomo eletti.

Si riportano di seguito  gli esiti delle votazioni

scrutinio per il Presidente Nazionale:

1) Barbuto Mario – Voti: 232

 

scrutinio per il Consiglio Nazionale:

1) Legname Linda – Voti: 113

2) Leporini Barbara – Voti: 76

3) Sbianchi Francesca – Voti: 65

4) Stilla Nicola – Voti: 49

5) Pimpinella Angelina – Voti: 42

6) Masto Rodolfo – Voti: 37

7) Massa Vincenzo – Voti: 36

8) Attini Marino – Voti: 35

9) Trudu Simona – Voti: 35

10) Corradetti Adoriano – Voti: 33

11) Pulcini Alina – Voti: 30

12) Girardi Mario – Voti: 29

13) Salmeri Stefano – Voti: 26

14) Lapietra Giuseppe – Voti: 25

15) Minerva Maria Cristina – Voti: 25

16) Colantonio Gabriele – Voti: 23

17) Esposito Nunziante – Voti: 21

18) Camodeca Angelo – Voti: 20

19) Quatraro Antonio – Voti: 20

20) De Rosa Samantha – Voti: 19

21) Fornaro Giuseppe – Voti: 18

22) Palummo Annamaria – Voti: 16

23) Taverna Giovanni – Voti: 16

24) Calisi Chiara – Voti: 15

25) Capitolo Adriano – Voti: 13

26) Prelato Sergio – Voti: 13

27) Trombini Marco – Voti: 13

28) Zoccano Vincenzo – Voti: 13

29) Callegaro Antonio – Voti: 5

30) Paviglianiti Armando – Voti: 3

31) Ruggeri Giovanna Maria Roberta – Voti: 3

32) Frittelli Giuliano – Voti: 0

 

Sono stati giorni molto intensi, impegnativi e anche faticosi, dovendo rimanere sempre “connessi”, ma hanno dimostrato che la tecnologia permette di organizzare e portare a termine, con molto lavoro dietro le quinte, eventi molto articolati, e però fruibili e accessibili da tutti.

Grazie, Alessandro Trovato e  Rossana Zambon