Convocazione colloqui di selezione

Convocazione colloqui di selezione

Avviso ai Candidati

 

Si comunica che martedì 19 novembre 2019 dalle ore 14.00 presso la sede territoriale dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Rovigo sita in via G. Pascoli 1/P, si svolgeranno i colloqui per la selezione dei Volontari che saranno impiegati nel progetto di servizio civile universale:

 

“IL DOPPIO SENSO DI UNA VITA “SENZA UN SENSO” – U.I.C.I ROVIGO”

 

Le/I candidate/i che hanno presentato domanda sono invitate/i a presentarsi, muniti di valido documento di riconoscimento e codice fiscale, per il colloquio di selezione secondo le seguenti indicazioni:

 

Data: 19 novembre 2019

Luogo: via G. Pascoli, 1/P – Rovigo

Ore:  14,15 i candidati: dalla lettera A alla lettera L

Ore: 16,30 i candidati: dalla lettera M alla lettera Z

 

La mancata presentazione è considerata rinuncia.

 

Il presente avviso ha valore di notifica, per cui nessun’altra comunicazione in merito sarà inoltrata agli aventi diritto.

 

 

LA SELEZIONE. Al fine di accertare il possesso delle competenze personali e professionali del singolo aspirante volontario, la scrivente Struttura terrà conto di alcuni criteri di selezione specifici quali:

– l’attinenza del titolo di studio o, comunque, della presenza di un titolo di studio adeguato alle attività da svolgere;

– precedenti esperienze professionali realizzate nello stesso settore di intervento del progetto;

– pregresse attività di volontariato realizzate nello stesso settore d’intervento o in settore analogo;

– disponibilità del candidato alla realizzazione del servizio in condizioni e/o in tempi particolari;

– possesso della patente di guida di categoria B, indispensabile per la realizzazione di alcune attività di accompagnamento dei destinatari del progetto.

Tutti i criteri adottati mirano all’individuazione dei candidati maggiormente idonei alla realizzazione delle attività di progetto previste.

Pertanto la selezione dei volontari da inviare in servizio verrà effettuata con le metodologie e gli strumenti di seguito esplicitati:

  • Check-list per la valutazione documentale e dei titoli
  • Colloquio personale

La check-list per la valutazione documentale prevede l’attribuzione di punteggi ben definiti ad un insieme di variabili legati a titoli e documenti presentati dai candidati.

Il colloquio personale si svolgerà nelle sedi di attuazione progetto o comunque nel territorio provinciale o regionale in cui le sedi stesse sono inserite. Anche per il colloquio di valutazione è prevista una check-list che guidi il selettore negli argomenti oggetto del colloquio stesso.

Si dettagliano di seguito le variabili di interesse distinguendo tra le variabili legate all’analisi documentale e quelle legate al colloquio di valutazione.

Per ognuna delle variabili sono stati specificati gli indicatori di riferimento ed i valori (punteggi) attribuibili a ciascuno.

ANALISI DOCUMENTALE

Variabili Indicatori Punteggio attribuibile
Titolo di Studio

(Viene attribuito punteggio solamente al titolo più elevato)

Diploma di scuola media superiore non attinente il progetto 3 punti
Diploma di scuola media superiore attinente il progetto 4 punti
Diploma di Laurea o Laurea I Livello non attinente il progetto 5 punti
Diploma di Laurea o Laurea I Livello attinente il progetto 6 punti
Laurea quinquennale o specialistica non attinente il progetto 7 punti
Laurea quinquennale o specialistica attinente il progetto 8 punti
Titoli professionali

(Viene attribuito punteggio solamente al titolo più elevato)

Titolo professionale non attinente al progetto – legato ad un corso di durata inferiore a 300 ore 2 punti
Titolo professionale non attinente al progetto – legato ad un corso di durata superiore a 300 ore 3 punti
Titolo professionale attinente al progetto – legato ad un corso di durata inferiore a 300 ore 4 punti
Titolo professionale attinente al progetto – legato ad un corso di durata superiore a 300 ore 5 punti
Altre esperienze certificate Si valutano altre esperienze differenti da quelle già valutate in precedenza e comunque certificate da un ente terzo

(Es. patente ECDL)

fino a           3 punti
Patente di guida Si valuta il possesso della Patente di guida cat. B, poiché strettamente legato alla realizzazione di attività di accompagnamento degli associati ciechi o ipovedenti dell’UICI 3 punti
Esperienze del volontario

(Vengono valutati soltanto i mesi o le frazioni di mese superiori a 15 gg. Il numero max. di mesi valutabile è pari a 12)

Precedenti esperienze nel settore del progetto realizzate presso l’UICI 0,8 punti per mese
Precedenti esperienze nello stesso settore del progetto realizzate presso altri enti c/o enti diversi da quello che realizza il progetto 0,5 punti per mese
Precedenti esperienze in settori analoghi a quello del progetto 0,2 punti per mese
Altre conoscenze e professionalità Si valutano conoscenze e professionalità acquisite dal candidato durante le proprie esperienze personali ed inserite nel Curriculum Vitae fino a          3 punti

 

Il punteggio complessivo ottenuto dal candidato viene ottenuto dalla somma dei punteggi ottenuti per ogni singola variabile. In base alle variabili ed agli indicatori elencati, il punteggio massimo attribuibile ad ogni candidato a seguito della valutazione documentale è pari a 40 (QUARANTA) punti.

 

COLLOQUIO DI VALUTAZIONE

 

Variabili Indicatori Punteggio attribuibile
 

Area Relazionale/Motivazionale (punteggio massimo attribuibile 60 punti)

Motivazioni generali del candidato per la prestazione del servizio civile nell’UICI fino a          15 punti
Idoneità del candidato a svolgere le mansioni previste dalle attività del progetto fino a          15 punti
Doti e abilità umane possedute dal candidato fino a          15 punti
Capacità relazionali e di comunicazione fino a          15 punti
Area delle Conoscenze/Competenze (punteggio massimo attribuibile 60 punti) Grado di conoscenza del Servizio Civile Nazionale fino a          15 punti
Grado di conoscenza del progetto fino a          15 punti
Conoscenze Informatiche fino a          15 punti
Capacità di lettura (prova pratica) fino a          15 punti
Area della Disponibilità/Esperienza (punteggio massimo attribuibile 60 punti) Pregresse esperienze di volontariato fino a          15 punti
Disponibilità del candidato (flessibilità oraria, attività in giorni festivi, spostamenti) fino a          15 punti
Disponibilità a continuare le attività di progetto al termine del servizio fino a          15 punti
Altri elementi di valutazione (bisogna dettagliare gli elementi valutati) fino a          15 punti

 

Il punteggio massimo ottenibile per ogni singola variabile è pari a 60 (SESSANTA) ed è dato dalla somma di ciascuno dei quattro indicatori che lo compongono, ognuno dei quali può avere punteggio massimo pari a 15 (QUINDICI). Ad ogni singolo indicatore può essere attribuito, quindi, un valore compreso tra 0 (ZERO) e 15 (QUINDICI) con valori decimali aventi passo pari a 0,50 (es. 10,50 punti).

In base alle variabili ed agli indicatori elencati, il punteggio massimo attribuibile ad ogni candidato a seguito della valutazione documentali è pari a 60 (SESSANTA) punti che si ottengono effettuando la media matematica dei punteggi ottenuti per ciascuna variabile.

Il punteggio massimo ottenibile dai candidati a conclusione del processo di selezione è pari a 100 (CENTO).

Oltre ai requisiti di ammissibilità previsti dal Bando di selezione, che prevedono l’esclusione per non idoneità dei candidati, non verranno dichiarati idonei a prestare servizio civile volontario, nel progetto prescelto e per il quale hanno sostenuto le selezioni, i candidati che abbiano ottenuto nella scheda di valutazione al colloquio un punteggio inferiore a 36/60 (TRENTASEI/SESSANTESIMI).

Si sottolinea infine che la selezione sarà effettuata nel rispetto dei principi definiti dall’art. 15 del decreto legislativo n. 40 del 2017.